Guida alle taglie

COME SCEGLIERE LA TAGLIA DEL TUO CASCO MOTO O SCOOTER SENZA PROVARLO?



Scegliere la taglia del suo casco moto

Desideri comprare un casco moto su iCasque.com, ma non conosci la tua taglia e ti chiedi come scegliere la taglia senza provarlo.

Come per un paio di scarpe, la taglia di un casco moto può essere diversa da un motociclista all'altro. E possibile che di una marca possa andarti una taglia S e in un altra marca una M. Niente panico, iCasque.it ti precisa su ogni scheda prodotto se un modello di casco ha una griglia di taglie particolare.

Certe marche propongono dei caschi con varie taglie di calotta. Che cos'é una calotta di casco ? La parte esterna di un casco è quello che si chiama tecnicamente calotta. Essa garantisce il primo livello di protezione del tuo casco moto.

La calotta interna di un casco moto, chiamata anche imbottitura o calotta interna , assicura il comfort, la protezione cosi come il sostegno della tua testa.

Più taglie di calotta (4 al massimo) avrà un casco, più esso sarà adatto alla tua testa e sarà anche meno voluminoso.

Ogni motociclista è unico, il minimo dettaglio ha la sua importanza. Se per esempio, porti degli occhiali da vista, sappi che certe marche sviluppano dei passaggi specifici nei guanciali, studiati appositamente per gli occhiali.

Ricorda sempre che un casco moto con il tempo si consuma. Al momento dell'acquisto del casco, i guanciali essendo nuovi mantengono bien fermo il viso. Ma una volta che il casco è stato indossato per molto tempo, i guanciali interni cederanno un po', per adattarsi perfettamente alla tua morfologia e offrirti il migliore comfort possibile.

Con queste informazioni supplementari in tuo possesso, sei adesso pronto a seguire i nostri consigli per scegliere il tuo casco moto senza provarlo su iCasque.it.


Scegliere la taglia del tuo casco moto senza provarlo

Per l'acquisto del tuo casco moto, si impongono alcune misure. Ogni testa è unica e ogni utilizzazione è diversa. La scelta del buon casco è dunque difficile. Non esitare a spiegare ai consiglieri iCasque.it l'uso che fai della tua moto o del tuo scooter.

  • Comincia misurando la circonferenza della tua testa con l'aiuto di un metro a nastro, ciò ti permetterà di determinare la taglia della calotta del tuo casco. Misura passando il metro a nastro sopra le tue orecchie, anche loro devono entrare nel casco!
    Poi, fai riferimento alla guida alle taglie sottostante.
  • Esiti tra 2 taglie di casco ? la circonferenza della tua testa è di 58.5 cm per esempio? Prendi la taglia inferiore perché i guanciali del tuo casco moto cedono con il tempo.
  • Se porti degli occhiali sappi che i caschi jet e modulari sono i più adatti. Anche alcuni integrali lo sono, avendo dei passaggi specifici nei guanciali. Privilegia le stanghe di occhiali fine.
    Mettere i tuoi occhiali e toglierli deve avvenire senza difficoltà.
  • Se esiti tra vari tipi di casco sappi che il casco integrale, come lo indica il suo nome, è il più protettivo. Infine, anche l'uso che fai del tuo due ruote determinerà il tipo di casco da scegliere Fare riferimento alle descrizioni dei caschi moto della nostra pagina "Come scegliere il tuo casco moto" per ottimizzare la tua scelta del casco.

> Taglie caschi adulti
> Taglie caschi bambino



Hai appena ricevuto il tuo casco moto. Provalo adesso:

  • Quando provi il tuo casco moto, fallo con il sottogola chiuso e stretto.
  • Muovi, gira la tua teste , il tuo casco deve seguire il movimento senza mai fluttuare o entrare nelle tue spalle. Non deve muoversi sulla tua testa.
  • Tienilo sulla tua testa durante qualche minuto. Se non sorge nessun dolore, non hai nessuna marca rossa sulla fronte quando lo togli e non senti nessun fastidio, ciò significa che hai scelto la taglia adeguata e il modello di casco adeguato alla tua morfologia. In caso contrario, il minimo fastidio o dolore è sinonimo di taglia errata, o di modello non adatto, in quanto non tutti i caschi moto si adattano per forza tutte le teste.
  • I tuoi guanciali ti sembrano troppo stretti? Il casco è nuovo, dunque è normale, i guanciali cedono con il tempo e si adattano alla tua morfologia.

Nonostante tutte queste precauzioni il casco dopo averlo provato non ti va bene per differenti ragioni ? iCasque.it ti cambia o ti rimborsa il tuo casco in tutta semplicità.

Vai sulla nostra pagina Aiuto per leggere le condizioni di cambio e di restituzione su iCasque.it.

Una domanda sussiste ? Non esitare a contattarci, il nostro team di consiglieri del servizio clienti ti aiuterà e ti consiglierà durante l'acquisto del tuo casco moto.


Obbligo di indossare il casco

Il casco è la tua unica protezione in caso di urto. Non trascurare questo elemento di sicurezza indispensabile, come lo ricorda la regolamentazione in vigore :

Art. 171 > Commi 1, 2 e 3 - Conducente di motoveicolo
Durante la marcia il conducente e gli eventuali passeggeri devono indossare e tenere regolarmente allacciato un casco protettivo, conforme ai tipi omologati in conformità con i regolamenti emanati dall’Ufficio europeo per le Nazioni Unite – Commissione economica per l’Europa e con la normativa comunitaria Per esempio, non è consentito indossare il casco con sottogola slacciato. Si applica, in caso di trasporto di passeggero sul ciclomotore, l’art. 170 del C.d.S..
La norma non si applica ai ciclomotori a tre ruote o a quattro ruote con carrozzeria chiusa ed ai ciclomotori con cellula di sicurezza a prova di crash, nonché di sistemi di ritenuta e dispositivi atti a garantire l’utilizzo del veicolo in condizioni di sicurezza, in conformità al Regolamento. L’agente accertatore deve redigere verbale di confisca del casco non omologato.
All'articolo 171 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, il comma 3 è sostituito dal seguente: «3. Alla sanzione pecuniaria amministrativa prevista dal comma 2 consegue il fermo amministrativo del veicolo per sessanta giorni ai sensi del capo I, sezione II, del titolo VI. Quando, nel corso di un biennio, con un ciclomotore o un motociclo sia stata commessa, per almeno due volte, una delle violazioni previste dal comma 1, il fermo del veicolo è disposto per novanta giorni. La custodia del veicolo è affidata al proprietario dello stesso». (Legge 286 del 24/11/2006 di conversione del D.L. 262/06).